Carlo Recalcati Project Management

| 13/12/2018 16:47:16

Certificazione di Qualità

Certificazione di qualità

Con il 1° gennaio 1993, sono caduti gli ultimi ostacoli, quelli tecnici, alla libera circolazione dei prodotti e dei servizi nell’ambito del mercato unico europeo.

Lo strumento principale su cui si basa l’abbattimento delle suddette “barriere tecniche” è la certificazione, atto mediante il quale una terza parte indipendente dichiara che, con ragionevole attendibilità, un determinato prodotto-servizio è conforme ad una specifica norma o ad un altro documento normativo.

La Carlo Recalcati Project Management con i suoi tecnici esperti in procedure per la certificazione di qualità, esegue opportune analisi aziendali atte a determinare lo stato dell’Azienda nel campo della qualità e quindi studia e propone le soluzioni da attuare per ottenere la certificazione indispensabile per la maggioranza dei mercati, nazionale incluso.

ISO 9001

La gestione per la qualità secondo la norma UNI EN Iso 9001/2000 assicura ai clienti che l’ azienda pianifica, esegue, controlla e migliora tutte le attività aziendali relative a:

  • il processo di direzione;
  • la gestione dei documenti e dei dati;
  • la gestione delle registrazioni;
  • la gestione delle risorse umane;
  • la gestione dei mezzi di produzione;
  • il processo di marketing;
  • il processo di progettazione e sviluppo;
  • il processo di approvvigionamento;
  • i processi di distribuzione, produzione ed erogazione del servizio;
  • i dispositivi per monitoraggi e misurazioni;
  • la soddisfazione dei clienti;
  • le verifiche ispettive interne;
  • la registrazione ed il trattamento delle non conformità;
  • il processo di progettazione di prodotto e/o servizio;
  • il processo di miglioramento continuo tramite azioni correttive e preventive.

La certificazione.

Quando il Sistema di gestione per la qualità sia stato avviato da almeno tre mesi è possibile certificarlo scegliendo una società (diversa da quella di consulenza) che si farà garante verso i clienti del rispetto delle regole.

La società di certificazione controlla che:

  • le regole aziendali siano compatibili con i requisiti della norma UNI EN ISO 9001/2000;
  • l’azienda rispetti sistematicamente le regole che si è data (e quindi è affidabile).

Quando entrambe le verifiche sono positive, il certificatore emette un certificato che dura tre anni ma ogni anno torna ad accertare che l’ azienda continui a rispettare le regole.

Molte società di certificazione sono controllate dal SINCERT, un ente di accreditamento con sede a Milano, che non consente ad una stessa società di fare contemporaneamente consulenza e certificazione.

Ai consulenti compete di preparare i documenti di riferimento del Sistema Qualità (Manuale, Procedure, Istruzioni e Moduli) e di addestrare il personale del cliente.

Ai certificatori compete di verificare che i documenti siano congrui con la norma e sistematicamente applicati da tutti gli operatori aziendali.

Carlo Recalcati Project Management si avvale di partners accreditati come Progettisti di Sistemi Qualità e normalmente porta alla certificazione in un tempo compreso tra i sei e gli otto mesi.

Certificazione ambientale

ISO 14001

La gestione ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001/1996 assicura ai “portatori di interessi ambientali” (clienti, azionisti, dipendenti, fornitori e comunità) che il sito produttivo aziendale tiene sotto controllo e migliora costantemente l’impatto che produce sull’ambiente circostante.

Per assicurare tutto ciò, l’ azienda deve valutare la propria situazione iniziale rispetto dell’ambiente (aria, acqua e terreno a diverse distanze dal sito industriale) e deve poi definire regole per:

  • informarsi su leggi ambientali vecchie e nuove, nazionali e ragionali;
  • comunicare ai “portatori di interessi” le politiche ambientali ed il miglioramento;
  • gestire i documenti aziendali rilevanti, riferiti all’ ambiente;
  • valutare e ridurre l’impatto generato da ogni singola commessa;
  • pianificare le attività per far fronte a possibili emergenze ambientali;
  • eseguire periodicamente misurazioni per valutare la situazione dell’ ambiente;
  • registrare e trattare le non conformità ambientali e rimuoverne le cause;
  • condurre audit ambientali tesi a dimostrare l’ efficace funzionamento del sistema.

La certificazione.

Quando il Sistema di gestione per la qualità sia stato avviato e sia stata valutata la situazione di partenza è possibile certificare il Sistema per garantire ai “portatori di interessi” rispetto delle regole ed il miglioramento nel tempo delle condizioni ambientali.

La società di certificazione controlla che:

  • le regole aziendali e gli obiettivi del sistema siano compatibili con i requisiti della norma UNI EN ISO 14001/1996 ;
  • l’ azienda rispetti sistematicamente le regole date e progressivamente migliori la situazione ambientale delle attività aziendali.

Quando entrambe le verifiche sono positive, il certificatore emette un certificato che dura tre anni ma ogni anno torna ad appurare che l’ azienda continui il percorso virtuoso.

Molte società di certificazione sono accreditate SINCERT, sia per la certificazione della qualità che per quella ambientale.

Esiste anche un “Regolamento EMAS” che fissa ulteriori obblighi per una certificazione ambientale più spinta.

Carlo Recalcati Project Management è una società di consulenza che dispone di partners accreditati Progettisti di Sistemi Ambientali ma non esegue analisi di tipo ambientale.

 

Contattateci senza impegno e richidete eventualmente la visita di un nostro consulente, sapremo soddisfare ogni vostra esigenza.